Serie Cronologica degli Assistenti dell’Oratorio

Nominativo dal al
14° don ALESSANDRO TEODI 2015 oggi
13° don DOMENICO GILARDI
(ora vicario a Seguro)
2009 2015
12° don GIANNI GIUDICI
(ora parroco a Noviglio)
1999 2009
11° don MARCELLO GRASSI
(ora vicario a Parabiago)
1992 1999
10° don GIUSEPPE COLOMBO
(ora Parroco ad Abbiategrasso)
1973 1992
don PIETRO BASSANINI
(ora residente a S. Stefano Ticino)
1957 1973
don AUGUSTO MAURI - -
don GIOvANNI MONTORFANO - -
don PIETRO RADICE - -
don CARLO COZZI - -
don GIUSEPPE GRASSI - -
don ARTURO BALLABIO 1911 -
don EMILIO ROCCA - -
don COSTANTINO ORIANI 1907 -

Breve cronistoria dell’Oratorio

L’oratorio San Luigi di Corbetta è stato fondato all’inizio del secolo. Dagli atti della visita pastorale effettuata nel 1907 dal Cardinale Andrea Carlo Ferrari, risulta che la proposta formativa oratoriana era limitata alla sola domenica, e che da circa due anni, venivano utilizzati degli ambienti siti nella via denominata cimitero (attuale via Iv Novembre), ma a causa della mancanza di mezzi finanziari non era possibile ristrutturarli. Lo zelo apostolico dei sacerdoti don Emilio Rocca e don Costantino Oriani sopperiva alle mancanze materiali del luogo. I documenti delle successive visite pastorali (1913 e 1919) del Cardinal Ferrari informano che a partire dal 1911 l’assistente dell’oratorio era don Arturo Ballabio, inoltre viene indicato il numero dei ragazzi iscritti che era di 350. Sul bollettino parrocchiale, fascicolo informativo curato dalla parrocchia, si legge che negli anni ’20 l’assistente dell’oratorio maschile don Giuseppe Grassi ha fondato un corpo musicale di 24 elementi. Dalle pagine del bollettino emerge che don Giuseppe ebbe a cuore la formazione culturale dei giovani, insegnava loro a suonare vari strumenti, a recitare, facendo scoprire a tutta la popolazione dei modi semplici ed educativi per trascorrere lietamente i momenti di festa e svago. Durante gli anni ’30 si sono alternati vari sacerdoti alla guida dei giovani oratoriani: don Carlo Cozzi, don Pietro Radice e infine don Giovanni Montorfanoche resterà per molti anni. Sulle pagine del mensile parrocchiale “L’angelo di Corbetta” dell’agosto 1962 viene delineata sinteticamente l’attività pastorale di don Giovanni in occasione della nomina a Parroco di Cusago: “Egli ha consacrato gli anni più belli del suo giovanile sacerdozio, animato sempre da entusiasmo e generosità, dapprima fra i fanciulli e i giovani dell’oratorio maschile, più tardi fra le bambine dell’oratorio femminile… superfluo è il volere qui ricordare, sia pure in sintesi, le benemerenze di don Giovanni… perché il bene migliore e più salutare è quello fatto nel silenzio o nel segreto delle anime, e questo lo conosce soltanto Iddio, che solo saprà ricompensarlo adeguatamente… non possiamo tuttavia non ricordare qui, …alcune singolari qualità del suo ministero sacerdotale: un profondo senso del dovere…l’assiduità al Confessionale e l’assistenza premurosa ai malati…”

L’opera iniziata nel lontano 1905 è proseguita con don Augusto Mauridon Pietro Bassanini, don Giuseppe Colombodon Marcello Grassi , don Gianni Giudici, don Domenico Gilardi ed ora é affidata a don Alessandro Teodi.

Attualmente l’oratorio conta quasi 800 bambini e ragazzi iscritti ai percorsi di catechismo.
Durante l’oratorio estivo partecipano alle attività più di 600 iscritti, di cui circa 100 fanno parte del gruppo animatori.