Settimana Santa 2020

“Avevamo immaginato un’altra Pasqua” scrive il nostro Arcivescovo nel suo messaggio di speranza, in un tempo pasquale vissuto alquanto singolarmente. In questa Settimana Santa accogliamo l’invito a essere “sempre lieti nel Signore” e a celebrare con fede la resurrezione di Cristo, perchè “quando irrompe il nemico che blocca tutto, che paralizza la città, che entra in casa con quella febbre che non vuol passare, allora le certezze vacillano, e il verdetto del termometro diventa più importante dell’indice della Borsa.” Di fronte a tutto questo “l’unica roccia alla quale appoggiarsi può essere solo chi ha vinto la morte.

Riportiamo, quindi, in questa pagina tutte le informazioni necessarie per vivere la Pasqua in famiglia, fra cui il programma delle celebrazioni trasmesse in diretta dal nostro canale YouTube e i materiali messi a disposizione dalla Diocesi e dall’Oratorio, scaricabili in formato digitale cliccando qui.

Le celebrazioni della Settimana Santa

Da domenica 5 a mercoledì 8

Giovedì 9 aprile

  • ore 10.30 – Lavanda dei piedi per i ragazzi
  • ore 21.00 – Santa Messa in Coena Domini

Venerdì 10 aprile

  • ore 10.30 – Via Crucis per i ragazzi
  • ore 21.00 – Passione del Signore

Sabato 11 aprile

  • ore 10.30 – Preghiera per i ragazzi
  • ore 21.00 – Veglia Pasquale

Chi volesse seguire le celebrazioni dell’Arcivescovo trova tutte le indicazioni cliccando qui

La nostra Pasqua, vissuta più in casa che in chiesa, è la cena secondo Giovanni: i suoi segni espressivi sono la lavanda dei piedi, la rivelazione intensa agli amici dei pensieri più profondi, la preghiera più accorata al Padre. La nostra Pasqua quest’anno rivive quella sera: «La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: “Pace a voi!”» (Gv 20,19).

+ Mario Delpini
Arcivescovo

Messa in streaming e altre iniziative

Un’occasione per non dimenticarci, soprattutto in questo periodo, di essere comunità in preghiera: ogni giorno sarà possibile seguire la diretta streaming dalla cappella dell’oratorio sul nostro canale YouTube. Ecco gli orari delle celebrazioni fino a sabato 4 aprile:

  • dal lunedì al giovedì, ore 20.30 – Santa Messa
  • venerdì, ore 16.50 – Via Crucis per i ragazzi
  • sabato e domenica, ore 18.00 – Santa Messa

Trovate tutte le indicazioni per la Settimana Santa cliccando qui.

Ricordiamo inoltre che:

  • i materiali per la preghiera quotidiana di Quaresima per i ragazzi, compresi i cubi e i libretti per la Via Crucis, non saranno più distribuiti ogni settimana: sarà possibile scaricarli cliccando qui;
  • sabato e domenica, un sacerdote sarà disponibile per le Sante Confessioni nella cappella feriale;
  • sui tavoli in fondo alla chiesa sono disponibili la riflessione di don Bruno e Gloria Morandi per le settimane di Quaresima e il libretto per la preghiera quotidiana;
  • domenica a mezzogiorno sarà diffusa tramite gli altoparlanti esterni alla chiesa la benedizione sulla città;
  • la chiesa rimane aperta per la preghiera personale tutti i giorni dalle 7.30 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 18.30;
  • l’Arcivescovo Mario ci invita a seguire la Santa Messa domenicale alle ore 11.00 in diretta sul portale chiesadimilano.it e su ChiesaTV (canale 195). Cliccando qui è possibile accedere alla pagina per scaricare i sussidi messi a disposizione dalla Diocesi.


I video dei giorni scorsi

Altri video

Prevenzione COVID-19

Il presente articolo è aggiornato in seguito alle ultime indicazioni delle autorità competenti

Sulla base delle direttive del Governo e delle indicazioni della Diocesi di Milano in merito alla riduzione del rischio di infezione da Coronavirus SARS-CoV-2, la nostra parrocchia adotterà i seguenti provvedimenti:

  • tutte le Sante Messe con concorso di popolo rimangono sospese; sarà possibile seguire le celebrazioni in diretta streaming sul nostro canale YouTube;
  • Le celebrazioni delle prime comunioni e confessioni sono rimandate a data da destinarsi;
  • le Chiese rimangono aperte per la preghiera personale;
  • si sospendono anche i matrimoni, i Battesimi e le celebrazioni esequiali. Si celebreranno, tuttavia, la benedizione del sepolcro e il rito della sepoltura (o della deposizione delle ceneri) come previsto dal rituale delle Esequie. Si raccomanda agli eventuali presenti il rispetto delle distanze imposte dalla normativa. La Messa esequiale sarà concordata con la famiglia a tempo opportuno al termine dell’emergenza;
  • l’oratorio rimane chiuso e tutte le sue attività annullate;
  • l’incontro per i Cresimandi 2020 a S. Siro è rimandato a data da destinarsi;
  • si annullano la Notte Bianca della Fede per adolescenti e giovani e i pellegrinaggi a Roma e Assisi per i preadolescenti (maggiori informazioni saranno date più avanti);
  • la scuola dell’infanzia parrocchiale rimane chiusa;

Ulteriori aggiornamenti verranno dati in base all’evoluzione degli eventi e alle decisioni delle autorità competenti.

Il cammino della “Chiesa delle genti”: una nuova tappa

Il giorno di Pentecoste, festa diocesana delle genti, la commissione per il coordinamento del Sinodo “Chiesa delle genti” ha pubblicato lo strumento di lavoro per i Consigli diocesani (Presbiterale e Pastorale). Il Sinodo diocesano antra così nella sua seconda fase: dopo aver raccolto le osservazioni dei fedeli – e proprio a partire da esse – l’assemblea sinodale comincia il suo lavoro di riflessione e discernimento, per giungere a consegnare all’Arcivescovo, nella prossima festa di san Carlo, i frutti di tutto il cammino ovvero le costituzioni sinodali che riscriveranno il capitolo 14 del Sinodo 47°.
Il mese di giugno sarà determinante per il cammino sinodale: il 4 e il 5 si è dato appuntamento il Consiglio Presbiterale, mentre il 23 e 24 si ritroverà il Consiglio Pastorale diocesano. Entrambi questi organismi non intendono lavorare in modo autonomo e distaccato. Per questo motivo, lo strumento di lavoro predisposto appositamente viene pubblicato sul sito diocesano: perché ogni realtà acclediale ne possa fare oggetto di studio e riflessione, e possa poi fare avere il frutto di questo discernimento a qualcuno dei membri dei due consigli (ogni decanato vede la presenza di almeno un membro di questi consigli diocesani).  In questo modo il consiglio sinodale continuerà ad essere un cammino di tutta la Chiesa Ambrosiana, che sta imparando a riconoscersi “Chiesa delle Genti”.
Lasciando allo strumento di lavoro l’informazione dettagliata sugli esiti della consultazione diocesana, è utile dare rilievo a queste tre constatazioni che – come pilastri solidi e ben visibili – permettono al cammino sinodale di procedere sicuro dei frutti che stanno maturando. Primo: anche se in modo non uniforme, tutto il tessuto ecclesiale diocesano grazie al cammino sinodale sta scoprendo il volto colorato e pluriforme di una cattolicità vissuta nel quotidiano ma poco osservata e valorizzata. Secondo: occorre imparare a vivere la conversione del “fare per” al “fare con”, perché la Chiesa delle genti possa diventare realtà concreta e quotidiana. Terzo: il Sinodo diocesano non è che il punto di avvio di un percorso di maturazione che ci impegnerà in modo serio e denso di frutti nei prossimi anni.

Mons. Luca Bressan
Presidente della Commissione ci coordinamento Sinodo “Chiesa delle genti”
Vicario episcopale Arcidiocesi di Milano